Il team di leadership di Marry Jane

Rico Üslük

CEO

Rico Üslük, il nostro CEO, è un leader aziendale e imprenditore esperto e dinamico.
Con una vasta esperienza in vari settori, tra cui quello dei beni di largo consumo, dell'elettronica di consumo e degli ambienti multicanale, la capacità di adattamento di Rico è la pietra miliare del suo successo. Il suo impegno incrollabile per le strategie incentrate sul cliente e la responsabilizzazione del team ha portato costantemente al raggiungimento degli obiettivi prefissati nel corso della sua illustre carriera.

Prima di entrare in Marry Jane AG, Rico è stato cofondatore e CEO di Whacky Food Company, una start-up di superfood con sede a Monaco di Baviera, che ha lanciato dopo un'esperienza complessiva di tredici anni in posizioni di leadership presso Logitech e Coca-Cola.

image
image

Afrim Saliu

Founder/Engeneering & Infrastructure

Il mio impegno personale nell'industria della cannabis è quello di ricercare, promuovere e sfruttare le numerose applicazioni terapeutiche e medicinali della cannabis per migliorare il benessere delle persone e sviluppare soluzioni innovative ai problemi di salute.

Dr. Ralf Stanovsky

Chief Financial Officer

Ralf Stanovsky è un versatile leader globale e manager finanziario strategico con oltre 20 anni di esperienza in Europa, Asia, Medio Oriente e America. Prima di entrare in MJ, ha costruito e sviluppato la strategia finanziaria di una start-up nel settore delle energie rinnovabili. Ha iniziato la sua carriera presso Roland Berger Strategy Consultants e ha ricoperto diverse posizioni dirigenziali in aziende come Deutsche Lufthansa AG e SIXT SE.

"Lavorare per Marry Jane come CFO è una grande opportunità per far parte di un'organizzazione così stimolante. Come leader di mercato in Europa, Marry Jane darà un importante contributo allo sviluppo dell'industria della cannabis legale nei prossimi anni."

image
image

Hendrik de Jong

Chief Revenue Officer

Con un background di 20 anni nel settore dei beni di consumo presso Coca-Cola, Haribo e Mars Inc. in ruoli di leadership commerciale, sono desiderosa di lavorare per un'organizzazione guidata da uno scopo, sviluppando persone e marchi di qualità che abbiano un impatto reale sui clienti e sulla società.

In Marry Jane, non vediamo l'ora di portare il meglio della cannabis al consumo responsabile, creando al contempo un grande valore per i partner di vendita al dettaglio in tutto il mondo.

Taylor Carr

Head of Cultivation

Ho più di dieci anni di esperienza nella coltivazione della cannabis a tutte le scale e ho una comprovata esperienza nel coordinamento di team e risorse per ottenere risultati. Ho avuto il privilegio di guidare progetti in Canada, Danimarca, Paesi Bassi e ora in Svizzera. In questo modo, ho acquisito preziose conoscenze sulle operazioni globali e sui diversi ambienti aziendali, ottimizzando i processi e aumentando l'efficienza per raggiungere gli obiettivi aziendali.

La mia missione nel settore della cannabis è quella di superare i confini della coltivazione e di garantire ai consumatori l'accesso a prodotti sostenibili e di alta qualità. Sono convinto che la cannabis possa migliorare la vita delle persone, promuovendo al contempo pratiche responsabili ed etiche nel settore.

image

La nostra visione

"In qualità di CEO di Marry Jane AG, sono profondamente appassionato dell'industria della cannabis e credo fermamente nella sua importanza nel mondo di oggi. Nel corso degli anni, sono stato testimone del potere di trasformazione della cannabis e del suo potenziale di avere un profondo impatto sulla nostra società, sulla nostra economia e sul nostro benessere.
L'industria della cannabis è importante per diversi motivi. Innanzitutto, affronta il problema urgente della salute e del benessere. La cannabis ha proprietà terapeutiche comprovate e può aiutare le persone che soffrono di varie condizioni, tra cui il dolore cronico, l'epilessia, l'ansia e il DPTS. È nostro dovere fornire un accesso sicuro e affidabile a queste opzioni terapeutiche, migliorando la qualità della vita di innumerevoli pazienti.
Inoltre, l'industria della cannabis ha il potenziale per creare posti di lavoro e stimolare la crescita economica. Legalizzando e regolamentando la cannabis, possiamo raccogliere un significativo gettito fiscale, finanziare servizi pubblici vitali e creare opportunità di lavoro nei settori della coltivazione, della produzione, della distribuzione e della vendita al dettaglio".

La nostra missione

"La sostenibilità ambientale è un altro aspetto importante. Il nostro impegno a favore di metodi di coltivazione e produzione rispettosi dell'ambiente può ridurre significativamente l'impatto ambientale dell'industria della cannabis. Implementando pratiche sostenibili, cerchiamo di ridurre al minimo gli sprechi, il consumo energetico e l'utilizzo dell'acqua, dando un esempio positivo ad altri settori.
L'industria della cannabis è anche impegnata nella giustizia sociale. In passato, la guerra alla droga ha colpito in modo sproporzionato le comunità di colore. Sostenendo e partecipando a iniziative di giustizia sociale, possiamo correggere le ingiustizie del passato, dare potere alle comunità emarginate e promuovere l'inclusione nel nostro settore.
Inoltre, l'industria della cannabis promuove l'innovazione e la ricerca. Continuando a esplorare il potenziale della pianta, stiamo sbloccando nuove scoperte in campo medico, agricolo e non solo. Il nostro impegno nella ricerca e nello sviluppo può portare a scoperte che portano benefici non solo alla comunità della cannabis, ma all'intera società.
Infine, l'industria della cannabis promuove un uso responsabile da parte degli adulti. Regolamentando la cannabis, possiamo garantire la sicurezza del prodotto, ridurre l'influenza del mercato illegale e promuovere un consumo responsabile. Questo approccio dà priorità alla salute e alla sicurezza pubblica, rispettando al contempo la libertà e la scelta individuale.
In conclusione, l'importanza dell'industria della cannabis non può essere sopravvalutata. Essa tocca l'assistenza sanitaria, l'economia, l'ambiente, la giustizia sociale, l'innovazione e la libertà individuale. In qualità di CEO di Marry Jane, mi impegno a promuovere questi principi e a dimostrare che l'industria della cannabis può essere una forza di cambiamento positivo nel nostro mondo. Insieme, possiamo creare un futuro migliore in cui la cannabis svolga un ruolo importante nel migliorare le vite e rafforzare le nostre comunità".